Intitolazione del largo della BCC Colli Albani a Giuseppe Toniolo

A cent’anni dalla morte, domenica 9 settembre è stata intitolato a Giuseppe Toniolo il largo antistante la sede della Banca di Credito Cooperativo Colli Albani. La BCC è membra attiva della comunità locale ed il notevole numero degli spettatori presenti alla cerimonia, circa 250, palesa il ruolo operoso che i cittadini stessi riconoscono all’istituto di credito. Durante la celebrazione sono stati ricordati i punti cardini della vita dell’economista. Come descritto nel libro di Salvatore Falzone “Toniolo senza baffi – Una biografia del maestro dei cattolici italiani”, l’accademico trevisano teorizzò un’economia che fosse a “misura d’uomo” e sosteneva come fosse “impossibile separare l’etica dall’economia” ovverosia fosse necessario che tale valore fosse presente nel mondo politico e finanziario affinché si potesse raggiungere il benessere della classe proletaria.

L’autore della biografia ricorda come Toniolo fosse dedico agli studi, i quali considerava un dovere, e fosse al fianco dei giovani universitari. Tuttora adesso la BCC Colli Albani, che asserisce di seguire ancora oggi i valori del Maestro, si interessa ai giovani grazie all’Associazione Giovani BCC Colli Albani, la quale organizza seminari e convegni di formazione ed è stata presente all’evento.

Assieme all’associazione, hanno presenziato i consiglieri comunali di Genzano di Roma e il Direttore Generale Alessandro Palmieri. Il Direttore degli Affari Generali Flavio Napoleoni ha coordinato gli interventi e aperto con i saluti.

Il primo a prendere la parola è stato il sindaco di Genzano Daniele Lorenzon, il quale ha ricordato il forte legame territoriale esistente tra la BCC e i suoi concittadini. Ha proseguito Monsignor Marcello Semeraro, Vescovo della Diocesi di Albano Laziale, il quale ha rammentato la beatificazione di Toniolo nell’aprile 2012, i principi di cooperazione insegnati da quest’ultimo e come la banca, in un mondo in continuo cambiamento e globalizzazione, ancora li mantenga vivi. Ha concluso il Presidente della BCC Colli Albani Maurizio Capogrossi asserendo con vigore che, nonostante la storia cambi, i valori dell’istituto di credito rimangano i medesimi di quando fu fondato oltre tre decenni fa e  come quest’ultimo sia prima di tutto “una banca di persone per le persone”, avvalorando il senso di appartenenza locale, un sodalizio tra i dipendenti della BCC che quotidianamente operano al servizio dei clienti, offrendo servizi di qualità all’insegna del valore e rispetto del proprio territorio.  

La cerimonia si è conclusa con lo svelamento della targa, tra gli applausi e l’orgoglio dei cittadini.

 

 

A cura di Cristina Borri

 

Startup Growth Lite is a free theme, contributed to the Drupal Community by More than Themes.